Ed è viaggio ancora

È viaggio ancora, sul tessuto, per aria, sul palco. 

I numeri si susseguono come le ore ordinarie che esplodono inspiegabilmente in momenti straordinari. Le sisters emancipandosi trovano un amore ancora più grande, le bolle di sapone si esplicitano in colori insospettabili e i birilli che volano per aria tornano a casa nelle mani, come colombe ammaestrate.

Ma forse la cosa più bella è avvertire la fiducia in ogni momento tra i protagonisti di questo spettacolo. Fiducia nella presa, fiducia nel tempismo proprio e altrui di ogni mossa, di ogni sorriso.

Il circo è racconto di vita. Per ogni viaggio.

E forse, no, non si arriva mai, ma si riparte sempre di nuovo.

Io lo spero. Da spettatrice fedele.

Ecco la galleria completa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *